Quando si parla di rimedi ai problemi con l’udito, subito viene in mente Amplifon. Azienda che, quest’anno, festeggia i 65 anni di attività, una vita intera al servizio degli altri. E per festeggiare appieno questa ricorrenza, è stato creato un video emozionale che meglio riassume qualsiasi altra parola: inutile dire che spesso le immagini hanno una valenza maggiore di qualsiasi testo, motivo per il quale lasciamogli spazio. Per vedere il video, CLICCATE IL LINK QUI SOTTO.

http://bit.ly/1EdsXZX

Oltre al video, è stato creato un sito ad hoc per questa campagna, raggiungibile al sito www.bastaprovarci.it. Qui l’utente potrà rivivere le emozioni di tutto ciò, rivedere il video e condividerlo con i propri cari, trasformando queste immagini in uno strumento per sensibilizzare il proprio caro rispetto ai problemi d’udito.

Buzzoole

Inoltre, molte sono le testimonianze di coloro che hanno convinto i propri cari a affrontare problemi all’udito, le quali sono raccolte sul sito e lo saranno anche in futuro. Ultimo ma non ultimo, infatti, chiunque può raccontare la propria storia, sia di figlio o nipote che ha convinto un proprio caro ad affrontare un problema, sia dal punto di vista del nonno/padre che è stato convinto da proprio figlio o nipote a provare gli apparecchi acustici.

Un sito (CLICCA QUI) dove parla la storia, parlano le emozioni, parlano i sorrisi e le lacrime. Perché quando si discute dei rapporti umani, queste sono le basi dalle quali partire. D’altronde le molte storie raccolte da Amplifon lo testimoniano: basta provarci, perché sentire meglio vuol dire vivere bene. E se senti meglio vivi meglio effettivamente, perché avere il controllo del proprio udito è normale.

SHARE
Previous articleLa casa degli assi: tra la vita reale e il poker
Next articleMSC: arriva la Grandestate
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

2 COMMENTS