Alla scoperta di Francoforte tra arte e cultura

Alla scoperta di Francoforte tra arte e cultura

2 357
Francoforte
Francoforte

State pensando ad un viaggetto da programmare per il prossimo anno? State cercando una meta interessante e non troppo dispendiosa? Se poi siete anche appassionati di arte Francoforte è la città che fa per voi. Nel 2016 infatti Francoforte presenterà uno ricco calendario espositivo, confermandosi come una delle capitali artistiche più vivaci e interessanti d’Europa. Diamo uno sguardo.

SCHIRN KUNSTHALLE – dal 26 febbraio al 12 giugno 2016 l’appuntamento sarà con Joan Miró e con la ricca collezione di opere presenti nella mostra intitolata „Joan Miró. Tele di grande formato, quadri del mondo“.
Con le sue opere ricche di fantasia Miró è uno dei più importanti esponenti del surrealismo, che ha saputo a sviluppare un immaginario a se stante fatto di linee, colori, segni e simboli.

STÄDEL MUSEUM – quasi contemporaneamente a Miró, dal 24 febbraio al 5 giugno 2016 si potranno ammirare le opere dei maestri del Manierismo fiorentino Andrea del Sarto, Pontormo, Rosso Fiorentino, Bronzino e Vasari nella mostra „Maniera“ dove saranno presenti oltre 120 opere, tra cui prestiti dalla National Gallery di Londra, dal Metropolitan Museum of Art di New York, Getty Museum di Los Angeles, Louvre di Parigi, Prado di Madrid nonché dagli Uffizi e dalla Galleria dell’Accademia di Firenze.

MUSEUM FÜR MODERNE KUNST MMK2 – dal 24 marzo all’11 settembre 2016 ecco „Il museo immaginario“, una mostra che raccoglie oltre 60 capolavori provenienti dal Centre Pompidou di Parigi, dalla Tate Liverpool e dall’MMK Museum für Moderne Kunst di Francoforte.
Punto di partenza dell’esposizione è uno scenario catastrofico: l’arte sta per scomparire e solo poche opere possono essere salvate. Come? Grazie a una capsula del tempo, dove conservarle per il futuro.

MUSEO JUDENGASSE E CIMITERO EBRAICO – dal prossimo marzo riaprirà al pubblico il Museo Judengasse dopo anni di lavori di ristrutturazione offendo un nuovo percorso alla scoperta della storia e cultura degli ebrei a Francoforte nel Medioevo e agli inizi dell’età moderna. Dipinti, oggetti religiosi e della vita quotidiana, libri e documenti del tempo della Judengasse, il ghetto ebraico di Francoforte dal 1462 al 1796.
Anche il cimitero ebraico, con una storia risalente almeno al XIII secolo e negli ultimi 20 anni luogo di ricerca storico-scientifica, diventa uno dei monumenti più significativi che la città presenta al pubblico di cittadini e visitatori.

SOGGIORNO E TRASPORTITourismus+Congress GmbH Frankfurt am Main, l’ente del turismo locale, propone numerosi pacchetti soggiorno ad hoc per emozionanti fine settimana nella città sul Meno.
Con il pacchetto soggiorno pensato per il fine settimana a tema „Riva dei Musei di Francoforte – Il miglio della cultura lungo il Meno“ è possibile scoprire la variegata offerta museale della città. A partire da 73 euro per persona in camera doppia, l’offerta comprende un pernottamento con colazione a buffet, una Frankfurt Card valida due giorni, il MuseumsuferTicket di due giorni per l’ingresso gratuito in 34 musei e materiale informativo. L’offerta è valida tutto l’anno per soggiorni compresi tra venerdì e domenica.

Cos’è la Frankfurt Card? Si tratta di una carta pensata apposta per i turisti, che offre l’uso gratuito dei mezzi di trasporto pubblici e agevolazioni per l’offerta culturale in città.

2 COMMENTS

Rispondi