3 febbraio 2015: Sergio Mattarella diventa Presidente della Repubblica

3 febbraio 2015: Sergio Mattarella diventa Presidente della Repubblica

0 360

“Io non credo che le stagioni passate fossero migliori di quella presente, questa è un’attitudine dei vecchi dalla quale dobbiamo rifuggire. Credo però che il bombardamento commercializzato, i modelli di vita cui oggi siamo sottoposti, abbia agevolato, accresciuto se non la tendenza, il pericolo ad un abbassamento dei valori di riferimento”

L’Italia non vive un periodo semplice, inutile nasconderlo, ma la ripresa passa inderogabilmente dalle figure cardine nella classe dirigente e politica come Sergio Mattarella.

MENTE SOPRAFFINA – Nato a Palermo il 23 luglio 1941 intraprende un percorso di studi che lo conduce alla laurea in Giurisprudenza (1964) all’Università “La Sapienza” col massimo dei voti e lode. Tesi su “La funzione di indirizzo politico” viene iscritto all’albo avvocati del Foro di Palermo, dove insegna diritto parlamentare all’Università.

NOTEVOLE CONTRIBUTO IN POLITICA – Il 1983 segna il suo ingresso alla Camera dei Deputati per la Democrazia Cristiana nella circoscrizione Sicilia occidentale. Nominato anche Presidente Commissione Giurisdizionale Camera Deputati, diventa nel luglio 1987 Ministro dei Rapporti col Parlamento per un biennio nel quale viene abolita l’ordinarietà del voto segreto. L’anno successivo lo trascorre come Ministro della Pubblica Istruzione dove viene introdotto anche il modulo dei tre maestri su due classi.

SEMPRE PIU’ PRESTIGIOSI INCARICHI – Vice Presidente del Consiglio dei Ministri dall’ottobre 1998 al dicembre 1999 ottiene l’incarico di Ministro della Difesa, tenuto fino al giugno 2001 in un periodo che segna l’epilogo per la leva militare obbligatoria e la formulazione dell’Arma dei Carabinieri come forza armata autonoma. Nelle elezione politiche 2008 non si ricandida, ma l’anno dopo diventa Vice Presidente del Consiglio di Giustizia Amministrativa ed entra nella Corte Costituzionale. Il 3 febbraio compie infine giuramento come Presidente della Repubblica, dopo aver ricevuto 665 voti al quarto scrutinio.

NO COMMENTS

Rispondi