20 novembre 1975: muore Francisco Franco

20 novembre 1975: muore Francisco Franco

0 440
Franco

“La difesa della pace interna e dell’ordine costituisce la sacra missione delle forze armate di una nazione e questo è ciò che abbiamo svolto”

Nella vita è giusto, per non dire doveroso, avere e perseguire degli ideali. Possedere obiettivi di alto spessore può fortificare l’anima di un essere umano, purché egli stesso non ne venga accecato e pure gli spagnoli possono testimoniarlo, sottomessi per lunghi anni al regime autoritario di Francisco Franco.

UN CARATTERE CHIUSO – Nato il 4 dicembre 1892 a El Ferrol, città portuale poco distante da La Coruña, discende da una famiglia legata alla tradizione navale come la cittadina. L’infanzia viene segnata dalla separazione dei genitori e, mentre ha un buon rapporto con la madre (da cui la professione della religione cattolica), dal padre, figura rigida e molto severa, non riceve affetto, complice un atteggiamento introverso e timido.

BRILLANTE CARRIERA – Arruolatosi all’Accademia Militare di Toledo, solamente quattordicenne, fatica ad ambientarsi, sfavorito dai modi riservati e dall’aspetto esile, preda dunque facile alle angherie dei compagni. Perspicace mente, amante di topografia e storia, partito alla volta del Marocco si fa un nome grazie all’intrepido coraggio e, ventunenne, diventa capitano per merito. La carriera è costellata da ulteriori promozioni e, mentre conosce la futura moglie Carmen Polo, disapprova la politica sul fronte africano intrapresa dal generale Primo de Rivera.

L’ASCESA – Istituita la seconda Repubblica, mostra malcontento a causa dello scioglimento dell’Accademia Militare di Saragozza, organizzazione da lui stesso comandata. Nominato Capo di Stato Maggiore, ha un ruolo attivo nella repressione della Rivoluzione delle Asturie (1934) e la partecipazione alla guerra civile gli permette di salire a capo del Paese. Incontrati Hitler e Mussolini, sceglie di mantenere una posizione neutrale nei confronti della guerra.

IL DECESSO – Superato il conflitto bellico, avvia una campagna di ristrutturazione economica, si allea assieme agli Stati Uniti d’America e nel 1947 riporta la monarchia (a cui si eleva). Proclamato suo successore il principe Juan Carlos di Borbone (1969), muore il 20 novembre 1975 a causa del morbo di Parkinson.

NO COMMENTS

Rispondi